Foto e smartphone: arrivano le app per esperti dell’immagine

Fissare l’immagine

La possibilità di riprodurre un’immagine ha sempre affascinato studiosi e scienziati da secoli.

Questa aspirazione si è realizzata con la fotografia, nata nella seconda metà dell’ottocento, invenzione che rese possibile “fissare” la realtà con cui immortalare “ricordi”, sia che si trattasse di persone che di aspetti o momenti della natura.

Tutto questo era riservato agli “esperti” in un primo momento; poi vi è stato lo sviluppo e la diffusione delle macchine fotografiche e “fare fotografie” è diventata una consuetudine per una gran quantità di persone.

E gli esperti, i professionisti del settore? Si sono cimentati con “l’arte fotografica” o con i “reportage”, specie durante le guerre.

fotografia-via-smartphone-tms-506


Il digitale

Oggi, con l’avvento dei cellulari prima e degli smartphone poi tutto è cambiato determinando un impatto epocale anche sul mondo della fotografia.

Questo ha comportato un notevole cambiamento anche da un punto di vista produttivo: sono scomparse le compatte sostituite per l’appunto da questi nuovi strumenti.

Visti i costi non proibitivi, vi è stata di conseguenza una diffusione capillare di questi device tanto che si stima che il loro numero sia oggi addirittura superiore a quello della popolazione mondiale.

Altro importante cambiamento è che chiunque, in qualunque momento, può fotografare qualsiasi cosa e poi anche metterla in rete.

Lo constatiamo tutti i giorni quando vediamo nei telegiornali foto o riprese di furti, rapine, omicidi, scene di guerra spedite da cittadini qualunque alle testate dei telegiornali.

Nuove possibilità

Fotografare è diventato facile: è tutto automatico, non bisogna mettere a fuoco né trovare la giusta apertura dell’obiettivo per avere la migliore luce per quella foto. Fa tutto il programma.

Vi sono però i più esperti nella tecnica fotografica a cui tutto ciò non piace e vorrebbero avere la possibilità di gestire manualmente le varie funzioni, come ad esempio poter scegliere loro la luce giusta per ottenere, nelle foto, l’effetto che desiderano.

Ecco che l’informatica è venuta in soccorso mettendo in commercio numerose App che permettono agli “amanti” della fotografia di poter decidere, agendo manualmente, le caratteristiche che la loro foto dovrà avere.


Ecco alcune App

Per gli i-Phone abbiamo Camera+ che permette:

  • di regolare manualmente l’esposizione;
  • utilizzare lo stabilizzatore che non fa scattare il ”clik” se il telefono non è perfettamente fermo;
  • sostituire al flash il led del telefono come luce fissa per una illuminazione maggiormente uniforme;
  • avere a disposizione anche la versione per Watch.

Per gli Android vi è Camera FV-5 con cui:

  • si può regolare tutto manualmente, come nelle più classiche fotocamere per professionisti,
  • si possono salvare le immagini in Raw.

Tra gli accessori troviamo:

  • Available Light: un esposimetro utilizzabile con tutte le piattaforme;
  • Snapseed: è una app per l’editing che permette parecchie operazioni, come aggiungere filtri, effettuare ritagli, ripulire, ecc.
  • Picwant: per vendere le proprie foto in rete; è disponibile via web, Android e iOS.


Allora buon divertimento a tutti gli appassionati!

 

Tratto liberamente da “L’upgrading della foto via smartphone”, Alessio Lana, Nova Tech 24, Il sole 24 Ore

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...