Google sembra avere in cantiere un dispositivo foldable

Nonostante le critiche mosse nei confronti del passo falso con Galaxy Fold, Google non si lascia intimorire e annuncia di essere al lavoro su un “foldable”.

Nonostante i numerosi problemi che hanno accompagnato il lancio del Samsung Galaxy Fold, gli altri produttori di dispositivi mobili non hanno ancora rinunciato a dire la loro nel panorama degli smartphone pieghevoli. Google infatti ha confermato di lavorare su una versione pieghevole del suo Pixel.

Google foldable

Google sta lavorando a qualcosa di molto importante

La conferma è infatti arrivata insieme all’annuncio del nuovo cellulare made in Google, quando Mario Queiroz, vicepresidente del Product Management e sviluppatore di Pixel, ha rivelato che la società sta lavorando duramente per sviluppare la propria gamma di dispositivi pieghevoli nel minor tempo possibile.

Stiamo lavorando assiduamente su questa interessante tecnologia e lo stiamo facendo da molto tempo “, ha detto Queiroz. “Oltre ai display pieghevoli, stiamo lavorando su molte altre innovative tecnologie hardware, sulle quali però non posso per il momento dire altro “. Tuttavia, Quieroz ha aggiunto che in questo momento la tecnologia pieghevole non è ancora pronta per un’applicazione pratica priva di imprevisti.

Google foldable

L’annuncio non avverrà in tempi brevi

Google per ora si guarda bene dal portare sul mercato prodotti tecnologicamente rivoluzionari, dal momento che questi non hanno ancora un target preciso che non sia quello dei più appassionati e facoltosi fan. Quindi, mentre Pixel 3a si gode il meritato successo della sua recente uscita nel panorama smartphone, la società non sembra mostrare la necessità di lanciare il proprio cellulare pieghevole in tempi brevi.

La direttrice di Android, Stephanie Cuthbertson si è inoltre detta entusiasta del potenziale dei foldable, ma ha fatto eco alle riserve della società sulle indiscrezioni relative alla nascente tecnologia. Ha però ammesso che “i foldable potrebbero cambiare il futuro dei dispositivi mobili, ma dato il loro complesso funzionamento, un lancio a breve termine potrebbe essere prematuro “.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...