Google Maps cambia il look

Google Maps compie 15 anni e si regala un bel restyling che porta un po’ di aria fresca a livello di design e funzionalità.

Partiamo dal logo che è un po’ l’elemento che salta subito all’occhio. Il cosiddetto “pin” diventa multicolore accogliendo il rosso, giallo, blu e verde delle lettere di Google. Una scelta significativa, che sottolinea quanto da una semplice cartina coi superpoteri ora Google Maps diventi un portale a tutto tondo, ancora più semplice da usare e ricco di informazioni accessibili.

Google Maps cambia il look

Le novità

Si arricchisce il menu dei tab ossia dei collegamenti rapidi alle parti principali dell’app. Situato in fondo, rimanda a cinque ambiti ben distinti. Il primo a sinistra è un po’ la funzione principale con la ricerca di luoghi e punti di interesse commerciale o turistico per lanciare subito la navigazione passo a passo. Il secondo si dedica al traffico in tempo reale per pianificare spostamenti di routine o occasionali. Il terzo, al centro, è pensato per accedere ai luoghi salvati così come per aprire la cronologia. Il quarto è quello sul quale Google punta molto ossia per i contributi degli utenti per inserire informazioni, recensioni, luoghi, foto e modifiche alla mappa. Infine il quinto è chiamato update / aggiornamenti con raccomandazioni generate dal sistema. In generale, molte funzioni che prima erano un po’ nascoste nelle varie sotto-pagine ora sono più chiare e visibili.

Google punta molto sull’interazione con gli utenti che potranno condividere in modo immediato informazioni preziose. Per esempio, se ci si trova su un mezzo pubblico si potrà specificarne l’accessibilità, la temperatura, l’eventuale presenza di sezioni per sole donne e di sistemi di sicurezza. Infine, viene migliorata la navigazione Live View in realtà aumentata con un evidente pin rosso che mostra sempre la direzione da prendere e la classica visualizzazione con le frecce blu in sovraimpressione.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...