Huawei supera Apple e Xiaomi corre per il podio presentando un nuovo prodotto low coast: F1 Pocophone

Arriva la conferma anche da uno studio pubblicato da Gartner: Huawei è il secondo produttore mondiale di smartphone. Nel secondo trimestre la casa cinese ha superato Apple. Questo conferma che il mercato è sempre di più un partita tra Corea e Cina. Le vendite degli smartphone firmati Huawei sono cresciute del 38,6%. «Gli investimenti, la costruzione del marchio e il posizionamento dei dispositivi Honor hanno contribuito a incrementare le vendite» – spiega Anshul Gupta, research director di Gartner.

Huawei

Huawei compete con i primi della classe

Prendiamo il caso Apple: le vendite della Mela sono stabili nel secondo semestre. Secondo l’analista di Gartner, «la crescente concorrenza da parte dei marchi cinesi e le maggiori aspettative dei consumatori riguardo al valore del telefonino stanno esercitando un’immensa pressione su Apple». In altre parole, i consumatori faticano a trovare innovazioni, servizi e feature che giustifichino la spesa di oltre mille euro. Da qui il successo di smartphone di fascia intermedia che offrono servizi non molto lontani dai primi della classe ad un prezzo molto più sostenibile. Non è un caso che, sicuramente anche dovuto alle innumerevoli campagne fatte in Europa, all’allungamento del portafoglio prodotti e agli investimenti in tecnologia, i telefoni di punta di casa Huawei gareggino alla pari con iPhone e le famiglie Galaxy e Note di Samsung.

Huawei

Anche Xiaomi vuole correre con i BIG e lancia il nuovo F1 Pocophone.

Chi si sta muovendo in fretta nelle retrovie è proprio il marchio cinese da poco arrivato sul mercato italiano, che nei giorni scorsi ha lanciato in India il telefono di fascia alta al prezzo più basso. Il nuovo smartphone della compagnia orientale, si chiama F1 e appartiene al neonato marchio low cost Pocophone di Xiaomi. Diciamo subito che è spartano nel look ma ben dotato sul fronte hardware. Un perfetto esempio quindi di questa nuova generazione di smartphone asiatici, concreti e potenti, dotati di display da 6,18 pollici, con processore Snapdragon 845 di Qualcomm, con 6 o 8 GB di Ram e fino a 256 GB di memoria interna. Potente anche la batteria, da 4.000 mAh.
Il comparto fotografico si presenta con una doppia fotocamera posteriore, da 12 e 5 megapixel, più un sensore frontale da 20 megapixel. L’intelligenza artificiale riconosce 25 categorie di oggetti e oltre 200 scenari diversi per regolare le impostazione dello scatto, che non è stabilizzato.

Non male per meno di 300€!!!

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...