Le nuove abitudini in fatto di viaggi

Una fonte del World Travel Market, nel settembre 2011, mostrava una statistica con i risultati del sondaggio sulla domanda: “Quanto pensi che i social media saranno importanti tra cinque anni?” un 15% degli intervistati pensava che i social media fossero già al loro apice e che la loro popolarità sarebbe diminuita.

Oggi, grazie allo studio Portrait of American Travelers 2018-19 (Ritratto dei viaggiatori americani 2018-19) condotto dall’organizzazione di travel marketing MMGY Global, sappiamo che il 70% di questi viaggiatori utilizza i social per una media di 82 minuti almeno una volta al giorno. Dato che aumenterebbe prendendo in esame solo le abitudini degli appassionati di viaggi e vacanze, che invece navigherebbe sui social in media circa 113 minuti al giorno.

Gli stessi sondaggi dimostrano che il 46% dei viaggiatori americani che utilizzano i social network è attivo su Instagram, trend che dal 2013 sembra essere in aumento del 350%.

Su Instagram i post che riguardano destinazioni, i tour operator o catene alberghiere vengono presi in considerazione da un 18% dei viaggiatori durante la fase di ispirazione della pianificazione delle vacanze.

L’attività generale durante questa fase che precede il viaggio comprende il richiedere consigli, fare valutazioni, confrontare prezzi e caratteristiche e, in parte minore, effettuare prenotazioni.

instagram e i viaggi

Le nuove funzionalità di Instagram dedicate ai viaggiatori

E’ proprio grazie a questa potenzialità futura che si intravede dai dati dell’online travel marketing, che Instagram ha recentemente annunciato che metterà a disposizione degli utenti una nuova funzionalità che renderebbe più semplice prenotare biglietti e vacanze attraverso la piattaforma social, offrendo alle aziende la possibilità di aggiungere pulsanti come “Prenota”, consentendo così di effettuare acquisti senza dover necessariamente lasciare Instagram.

Sicuramente gli utenti si dovranno lentamente abituare a questo nuovo panorama, creato da campagne esclusive basate sull’esperienza e le possibilità offerte da questi nuovi servizi, poiché la maggior parte di essi si affida ancora ai motori di ricerca.

Infatti, nonostante l’uso crescente di Instagram, Google rimane ancora il “sito di viaggi” più utilizzato dagli internauti, con il 41% dei viaggiatori che lo utilizzerebbe per trovare prezzi e informazioni utili nella fase di pianificazione delle loro vacanze.

 

instagram e i viaggi

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...