Le scarpe con il Gps che localizzano le persone colpire da Alzheimer

scarpe Gps

Con l’avanzare dell’età si va incontro ad una serie di problemi, sia fisici che psicologici. Il corpo cambia ed è normale notare una lenta ma sempre maggiore difficoltà nel fare ciò che facciamo quotidianamente. Anche dal punto di vista psicologico gli anni in più non aiutano. Diversi studi hanno dimostrato che la patologia più diffusa tra gli anziani è il morbo di Alzheimer che comporta una perdita significativa delle funzioni mentali superiori (memoria, linguaggio, intelligenza, capacità di controllo del comportamento, orientamento spaziale, attenzione ecc.) e che ha perciò conseguenze anche sulle attività delle persone, determinando una progressiva perdita di autonomia con l’andare del tempo. Proprio perché i dati statistici rilevano un costante aumento di persone colpite da questo disturbo, gli scienziati stanno cercando di introdurre cure sempre più specifiche e oggetti tecnologici per salvaguardare la vita dei loro pazienti. Un esempio sono le scarpe Gps che monitorano costantemente la posizione di chi le indossa.

Le scarpe Gps rilevano precisamente la posizione degli anziani con Alzheimer

L’idea è nata dalla collaborazione tra la società di servizi di localizzazione GTX Corp e l’azienda Aetrex, produttrice di scarpe comfort. Dall’unione di queste due società sono nate le scarpe GPS che consentono il rilevamento in tempo reale di chi le indossa. Inizialmente, vennero prodotte per poter monitorare gli spostamenti dei bambini, poi l’idea venne estesa anche a chi fosse affetto da questa patologia.

La tecnologia GPS è protetta, all’interno della suola, da una cavità prodotta con un materiale in policarbonato, che preserva il chip per la durata di circa di 3 anni. Inoltre, la tecnologia GTX usa la metodologia di tracciamento a due vie, che monitora costantemente tutti i movimenti per poi inviarli ad un centro di monitoraggio.

Le scarpe, secondo quanto appresso dalle ultime informazioni, hanno ottenuto la certificazione di dispositivo medico e verranno vendute inizialmente negli Stati Uniti a 299 dollari al paio.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...