Come creare un profilo Linkedin di successo

LinkedIn è uno strumento di lavoro estremamente potente. In Italia non ha ancora il successo che riscuote nei paesi anglosassoni, ma iniziamo a vedere che sempre più persone e molte attività cominciano ad utilizzarlo, riservando a questo social il peso che merita. Sempre più di frequente gli addetti alla selezione del personale, infatti, ricorrono a Linkedin per ricercare i candidati e valutarne le competenze. Per questo motivo scrivere un profilo Linkedin efficace diventa una condizione necessaria per competere nell’attuale mercato del lavoro sempre più delocalizzato e virtuale.

linkedin creare profilo successo

Come creare un profilo Linkedin di successo

 

Attraverso il profilo Linkedin è possibile ricercare opportunità professionali in Italia e nel mondo, mettersi in contatto con colleghi del proprio settore, emergere come professionisti stimati grazie ai meccanismi sociali di endorsment. D’altro canto, se non curato, questo social può influenzare in negativo la nostra immagine professionale e precluderci opportunità di lavoro. A tal proposito Melonie Dodaro, definita da alcuni blog di settore come l’esperta numero uno di LinkedIn in Canada, ha prodotto delle linee guida su come realizzare un profilo perfetto e funzionante attraverso 21 mosse:

  • Il vostro nome dovrebbe contenere solo il vostro nome.
  • L’intestazione dovrebbe essere accattivante e contenere parole chiave e frasi che potrebbero posizionarsi nei risultati di ricerca di Google. Oltre che dal motore di ricerca interno, il vostro profilo sarà trovato anche attraverso i motori di ricerca. L’intestazione è uno degli elementi in cui le parole chiave sono maggiormente determinanti. Questo non significa che dovrete scrivere una serie di parole scollegate e senza senso ma tenere conto di quali possano essere più significative anche in chiave SEO.
  • La foto dovrebbe essere fatta da un professionista. Se non volete andare da un fotografo, almeno cercate di rendervi professionali, con uno sguardo allegro.
  • E’ importante apparire come ben inseriti in un network, quindi assicuratevi di avere almeno 500 connessioni. Questo porta credibilità e autorevolezza sul web.
  • Aggiungere tutte le informazioni di contatto pertinenti. Inserite mail e numero di telefono soprattutto.
  • Inserite i vostri siti e i maggiori profili sociali. Questo è un buon modo per far capire che siete presenti online e dare la possibilità a chi è interessato ad approfondire la vostra conoscenza di atterrare nei siti di cui curate i contenuti che vi riguardano.
  • Personalizzate il vostro URL: rendete semplice e facilmente memorizzabile l’indirizzo del vostro profilo in modo da poterlo scrivere facilmente sui biglietti da visita e sul web.
  • Aggiornate il vostro stato quotidianamente in modo da trasmettere valore e competenze. Va benissimo il vostro ultimo post sul blog, ma vanno bene anche i contenuti di esperti del vostro settore che reputate interessanti per chi vi segue.
  • Nel riepilogo usate parole chiave e frasi con cui vorreste essere trovati online.
  • Scrivete in prima persona.
  • Parlate direttamente al vostro target di mercato in modo che possa riconoscere in voi un professionista preparato.
  • Aggiungete un video o una presentazione. Molti preferiscono guardare piuttosto che leggere.
  • Consigliate a chi legge il profilo di fare clic per riprodurre video in quanto non è un passaggio così ovvio come sembrerebbe.
  • Aggiungete le vostre esperienze e competenze.
  • Utilizzate la sezione “Progetti” per evidenziare download o per mostrare i prodotti e i servizi che state promuovendo.
  • Aggiungete i vostri lavori attuali ma anche quelli del passato tenendo in considerazione, come sempre, le parole chiave.
  • Usate parole chiave durante la compilazione della sezione “Esperienze”.
  • Assicuratevi di avere almeno 10 raccomandazioni.
  • Se ne avete fatte, aggiungete esperienze di volontariato e di natura sociale.
  • Aggiungete i più significativi riconoscimenti e i premi ricevuti (sempre se li avete).
  • Iscrivetevi a 50 gruppi (se non sbaglio è il numero massimo consentito di gruppi a cui iscriversi).

 

Ed ecco creato un profilo Linkedin di successo.

 

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...