Microsoft presenta il suo nuovo Surface Duo pieghevole

Microsoft ha recentemente svelato una serie di nuovi dispositivi, tra cui uno smartphone pieghevole a doppio schermo.

Surface Duo

Microsoft propone il suo pieghevole e un ibrido laptop-tablet

Si chiama Surface Duo e col suo design pieghevole a doppio schermo sembra essere il cavallo di battaglia della nuova generazione di dispositivi Microsoft. L’azienda, peraltro, non lo ha definito un vero e proprio smartphone, insistendo sul fatto che si tratti di qualcosa di molto più di un semplice cellulare. Come è ovvio, riceve ed effettua chiamate e sembra che andrà a sfruttare il software Android per smartphone, senza contare che si ripiega fino alle dimensioni di un normale telefono cellulare per poter essere tenuto in tasca o in borsa.

I suoi due schermi “sottili” da 5,6 pollici si aprono, offrendo uno spettacolare schermo da 8,3 pollici di diagonale. Accanto al Surface Duo, c’è il Surface Neo, un ibrido laptop-tablet con un design pieghevole molto simile. Presenta però uno schermo più grande e una tastiera che si ripiega per poter essere utilizzata separatamente. Anch’esso presenta due schermi, da 9 pollici ciascuno, che si combinano insieme per raggiungere i 13 pollici (peraltro le stesse dimensioni di un laptop classico). L’altra differenza fondamentale è che Neo funziona sfruttando il software Microsoft Windows, proprio come la maggior parte dei laptop e PC, piuttosto che Android, di cui è invece dotato Duo.

L’esperienza di Samsung insegna

Surface Duo

I dispositivi si scontreranno inevitabilmente con l’iPad e l’iPhone di Apple. Il responsabile dei dispositivi dell’azienda, Panos Panay, ritiene che i due schermi consentiranno agli utenti di fare più cose contemporaneamente. Un esempio mostrato dall’azienda è stata la possibilità di poter guardare Netflix mentre si digita un documento o un’email. Ma gli usi più interessanti sono l’apertura di due programmi contemporaneamente e il trascinamento di contenuti, come foto, testo o file, da uno schermo all’altro.

Quest’anno il primo telefono pieghevole di Samsung ha conquistato le prime pagine dei media, originariamente per il suo design innovativo ma poi per la sua tendenza a spaccarsi in due forse con troppa facilità. Il problema è però dovuto proprio ad una questione meccanica: piegare in due uno schermo comporta quasi fisiologicamente problemi di questo genere. Tuttavia, Microsoft ha adottato un approccio molto diverso con Neo e Duo: i due schermi, assicura, saranno separati con una cerniera forte e affidabile.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...