Misurare il battito cardiaco indossando una maglietta? Adesso si può!

E’ stata ufficialmente inaugurata l’era dello smartwear, una novità firmata Empa, Istituto Scientifico Svizzero specializzato nello studio di materiali tecnologici. I ricercatori dell’Empa, hanno trovato il modo, utilizzando la fibra ottica, per la realizzare un sensore che misura il battito cardiaco, da integrare nei tessuti degli indumenti. Questo nuovo dispositivo potrà essere lavato e risultare utile, soprattutto, in campo medico.

Misurare il battito cardiaco indossando una maglietta; ecco come funziona

Il suo funzionamento è abbastanza semplice. Sarà sufficiente che il capo nel quale è stato cucito il dispositivo (come una maglia, una coperta, etc) venga messo a contatto diretto con una qualunque parte del corpo e, attraverso la riflessione della luce (tecnologia simile a quella utilizzata dai più comuni fitness tracker), verrà determinato il battito cardiaco. Questo dispositivo ha il compito di inviare i dati raccolti, tramite Bluetooth, a un’app da installare sullo smartphone, tramite la quale è poi possibile visualizzare i propri dati.
Il team di ricerca è riuscito a realizzare le fibre ottiche attraverso una tecnica di fusione di due polimeri creando, così, un prodotto moto flessibile e adattabile, tanto da poterlo cucire in qualunque capo di abbigliamento. Durante le fasi di test, i ricercatori sono riusciti a misurare la frequenza cardiaca dell’utilizzatore in maniera semplice ed immediata.
In futuro, questa tecnologia verrà ampliata e garantirà il monitoraggio anche di altri dati come il livello di ossigeno nel sangue e la pressione, così da garantire un controllo più immediato e meno dannoso dei dati vitali di ciascun paziente. Questo dispositivo verrà anche implementato nell’abbigliamento sportivo per tenere traccia della propria attività cardiaca durante l’allenamento.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...