Novità su Pinterest con gli annunci di ricerca

Nelle ultime settimane Pinterest ha annunciato che verrà attivata la nuova funzione degli annunci di ricerca, che consentono alle aziende di pubblicare banner pubblicitari utilizzando delle parole chiave e che verranno visualizzati appena un utente inserisce le parole chiave nella ricerca.
Pinterest, come è noto, ha una forte identità visiva, quindi anche gli annunci pubblicitari punteranno molto, se non del tutto, sull’aspetto visivo, prediligendo un’immagine accattivante e usando meno testo rispetto ai tradizionali metodi di pubblicità, come ad esempio Google AdWords.

pinterest annunci

Come funzionano gli annunci di ricerca su Pinterest?

Una volta creata la vostra pagina aziendale su Pinterest, potrete decidere in che modo impostare le vostre campagne: pagare per le impression, per i clic sui pin o per l’engagement.
Gli annunci compariranno appena qualcuno scriverà qualcosa nella ricerca. Ma non finisce qui, perché Pinterest ha introdotto anche i gruppi di annunci, che conterranno uno o più annunci associati a un insieme di parole chiave e che funzioneranno come quelli presenti sui motori di ricerca, quali Google e Bing.
I brand potranno assegnare budget e specifiche di targettizzazione a un gruppo di campagne, potranno testare le performance degli annunci su differenti obiettivi di campagna ed estendere le campagne su più piattaforme.
Il vantaggio nel fare pubblicità con questo metodo è che, come è stato indicato dalle ricerche fatte su questo social, il “97% delle domande nella ricerca di Pinterest non citano una marca specifica”, il che vuol dire che gli utenti sono ben propensi a cercare e trovare nuove marche e, perché no, ad acquistare (ottimo sistema di sponsorizzazione per lanciare nuove o piccole aziende per esempio).
Si è visto, inoltre, che gli utenti di Pinterest cominciano con mesi di anticipo la ricerca dell’acquisto, perciò la pubblicità può raggiungere il picco prima dei cosiddetti periodi di punta (come le feste, l’estate, l’inizio della scuola), contribuendo a influenzare le loro decisioni d’acquisto.
Dunque un valido strumento competitivo che permette alle piccole aziende di avere un ritorno in investimento e un aumento della notorietà del brand.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...