Polly: una nuova app per migliorare l’interazione tra gli utenti di Snapchat

molto ricercato e in continuo sviluppo, dando a molte startup opportunità allettanti. È, infatti, ciò che è accaduto con l’app Polly.

Polly nasce ‘sulle spalle’ di Snapchat e permette agli utenti iscritti di porre ai propri contatti dei piccoli sondaggi. Delle domande a risposta multipla da poter compilare con un semplice swipe verso l’alto.

Uno strumento del tutto nuovo (almeno su Snapchat) che certamente offre nuovi scenari per poter comunicare in maniera più efficace e produttiva, interagendo direttamente con i propri utenti e che permette di studiare a fondo (ad esempio) il proprio target di riferimento.

Da una “necessità” a volte nascono le cose migliori

Proprio dall’esperienze per lo sviluppo e la progettazione di altre app, il team di Polly si è reso conto dell’importanza dei sondaggi con risposte multiple che hanno permesso di sviluppare e migliorare i loro progetti. Da qui l’idea di offrire la possibilità, lì dove sin ora non c’era, di poter creare dei sondaggi da parte degli utenti stessi e migliorare, per esempio per chi utilizza i social per lavoro, la propria attività/servizi.

Il matrimonio con Snapchat: in salute e in malattia

Polly è un’app davvero innovativa, ma con un evidente problema ‘di dipendenza’. Il suo successo o la sua rovina sono indissolubilmente (per il momento) legate alla sorte di Snapchat. Se Snapchat ad esempio dovesse interrompere il sodalizio con l’app di Ranidu Lankage, gran parte del successo ottenuto potrebbe estinguersi istantaneamente. Vanificando i lavoro svolto sin ora.

Gli sviluppatori di Polly conoscono bene l’entità del problema e sperano che anche altre piattaforme social, come ad esempio Instagram, possano integrare nelle proprie Stories la possibilità di inserire dei collegamenti ad app come Polly.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...