SanDisk iXpand Wireless Charger: il caricatore wireless che fa anche il backup dello smartphone

Dare per scontato che tutti utilizzino i sistemi di backup automatici del proprio smartphone è un assunto sbagliato. Secondo una ricerca condotta da Western Digital in Italia, solo il 16% dei connazionali lo esegue almeno una volta al giorno e quasi la metà degli intervistati (il 49%) ha perso tutti i dati almeno una volta.

SanDisk iXpand Wireless Charger consente di effettuare una copia dei contenuti dello smartphone in modo semplice mentre si ricarica il telefono.

SanDisk iXpand Wireless Charger

Eppure nessuno trascura l’importanza dei dati che si trovano nello smartphone, ma il backup è ritenuto un procedimento spesso troppo complicato e quindi viene rimandato o addirittura trascurato. A porre rimedio a questa situazione ci prova SanDisk con il suo iXpand Wireless Charger.

L’idea alla base del prodotto è ingegnosa e decisamente pratica: effettuare il backup mentre si ricarica il telefono. Il funzionamento dell’iXpand Wireless Charger è molto semplice: basta collegarlo alla presa di corrente e scaricare l’applicazione collegata. La configurazione è molto veloce e richiede l’accesso a una rete wireless e la creazione di un account personale con username e password.

In mancanza di una rete wi-fi il dispositivo ne crea una propria e questo consente tecnicamente di effettuare il backup con qualsiasi smartphone perché funziona anche se non si procede alla ricarica wireless. Molto interessante è anche la possibilità di associare più di un account al dispositivo in modo che persone diverse possano effettuare il proprio backup individuale.

Una volta terminata la procedura l’interfaccia utente mostra in una chiara e unica schermata tre elementi chiave: lo stato di ricarica del telefono, lo spazio occupato dai dati sullo smartphone e quello a disposizione sull’iXpand Wireless Charger. Una volta posizionato lo smartphone sul caricatore il backup parte automaticamente. Nelle impostazioni è possibile scegliere se rendere la procedura automatica o effettuare il backup quando si vuole, decidendo se copiare tutto oppure procedere solo con le foto, i video o i contatti. Una volta partito il backup la procedura deve essere terminata interamente almeno una volta prima di riusare il telefono. Se si interrompe il backup va riiniziato da capo. Dopo la prima copia però verranno caricati solo i nuovi file.

Lo spazio a disposizione sull’iXpand Wireless Charger è sia da 256 gb, che da 128 gb. Terminato il backup è possibile procedere a liberare spazio sul telefono in modo molto semplice sempre rimanendo nell’applicazione di SanDisk.

Non tralasciamo il fatto che questo dispositivo è anche un caricatore wireless con tecnologia Qi, quindi compatibile sia con i nuovi iPhone, sia con molti dispositivi Android di ultima generazione. La ricarica funziona bene anche se i telefoni sono protetti dalle cover. I 10 watt di potenza garantiscono tempi di ricarica piuttosto veloci.

L’iXpand Wireless Charger dispone anche di una porta aggiuntiva per ricaricare con il cavo un altro dispositivo o per collegare il dispositivo a un computer. Un peccato, invece, il fatto che il cavo di alimentazione del charger utilizzi un connettore proprietario e non l’ormai collaudato e universale usb-c.

Possiamo dire però che l’iXpand Wireless Charger rende il backup davvero facile, veloce e sicuro, una soluzione “senza pensieri”. I dati infatti rimangono in mano all’utente, nulla va sul cloud. Qualche difetto però c’è: il dispositivo, infatti, consente di effettuare il backup solo di foto, video e contatti, trascurando tutto il resto (messaggi, note, note vocali, documenti, ecc…). Si tratta di un limite non banale considerando che il prodotto di SanDisk costa 114,99 euro per la versione a 128 gb e 160,99 per quella da 256 gb.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...