Uso sano della tecnologia durante le vacanze estive

Smartphone e regole per gestire i propri figli e la tecnologia in modo intelligente per tutta l’estate.

I ragazzi di oggi trascorrono la propria estate giocando a tennis (su Wii) e lanciando proiettili (con Angry Birds), o leggendo (su un Kindle) e chiacchierando con i loro amici (su Twitter).

Oggi ormai è diventato un cliché lamentarsi dei bambini costantemente collegati con i propri smartphone, ma c’è da dire che la tecnologia ha molti vantaggi, soprattutto quando i genitori stabiliscono i parametri per l’uso della stessa in  modo appropriato.

Il social networking aiuta i bambini a capire e ad accedere al mondo che li circonda facilmente. Li mantiene in contatto con i propri amici anche quando sono in vacanza o alleviando la sensazione di isolamento quando devono rimanere a casa mentre i genitori sono al lavoro. Inoltre è nel mondo online che si possono trovare comunità di persone che condividono gli stessi interessi.

Altro esempio sono i videogiochi che hanno dimostrato di aumentare la coordinazione occhio-mano e la capacità di ragionamento.Tuttavia, di seguito, illustriamo alcuni suggerimenti per favorire l’uso della tecnologia in buona salute in modo tale che i genitori possano aiutare i propri figli a trovare un equilibrio e non  passare tutta l’estate collegati: pianificare altre attività tipo un campo estivo di divertimento, o aiutarli a trovare un lavoro part-time, introdurli ad un hobby per stimolare la creatività o organizzare gite con i loro amici.

Incoraggiare una regolare attività fisica: sport, un giro in bicicletta o una passeggiata dopo cena.

Senza dimenticare il mero divertimento: giocare ai videogiochi insieme è anche un forte stimolo di unione con i propri figli.

E, infine, la sicurezza: assicurarsi che i bambini non vengano esposti a contenuti non appropriati con i loro smartphone, utilissimo il “controllo genitori”.

L’uso “sano” della tecnologia in può portare molteplici vantaggi per migliorare il tempo in famiglia di questa estate, se accompagnati da linee guida di buon senso e sicurezza adeguata.

Commenta l'articolo con il tuo profilo Google Plus...