Basta carte di credito, con Amazon si pagherà con la mano

Niente più portafogli, carte di credito e smartphone con tanto di wallet digitali: a breve per pagare basterà metterci la mano. A testare questa nuova frontiera del mondo dei pagamenti è Amazon che starebbe sperimentando un sistema per trasferire tutte le informazioni contenute nella carta di credito dentro l’immagine della mano. Secondo quanto rivelato dal Wall Street Journal, il progetto è ai primi passi, ma Amazon avrebbe già iniziato a lavorare con Visa e starebbe trattando con Mastercard, così come con grosse banche issuer di carte di credito.

con Amazon si pagherà con la mano

Le informazioni in una mano

Il sistema sarebbe pensato per fast food, caffetterie e altri negozi dove il pagamento è un atto ripetitivo e frequente, in modo da rendere più rapide le operazioni.

Recentemente il gruppo di Jeff Bezos, stando al quotidiano Usa, ha chiesto un brevetto per «un sistema di identificazione biometrica senza contatto» che comprende «uno scanner di mano che genera immagini del palmo dell’utente». Se avesse successo il sistema potrebbe rendere obsoleti i wallet digitali che si stanno affermando come metodo per abilitare i pagamenti via smartphone.

Il colosso dell’e-commerce è sempre più attivo anche nel mondo “retail fisico” e sta espandendo le attività nell’ambito dei pagamenti. Con Amazon Go il cliente fa la spesa ed esce dal supermercato senza passare dalla cassa, pagando in automatico dallo smartphone. Il gruppo ha inoltre lanciato il wallet digitale Amazon Pay per i pagamenti online.

In più occasioni Jeff Bezos ha sottolineato ai suoi manager l’intenzione di espandere le attività nell’ambito dei servizi finanziari per completare il quadro di informazioni degli utenti con quelle legate ai pagamenti.

Una strada in salita

Il pagamento mediante la scannerizzazione della mano non è immune da problemi però: c’è un nodo di sicurezza legato alla modalità di pagamento stessa e alle potenziali frodi, tenendo conto della quantità di informazioni collegate all’impronta. Vedremo quali saranno gli sviluppi.