In fase di sviluppo la possibilità di scambiarsi messaggi tra Whatsapp, Instagram e Messenger

La scoperta arriva da uno sviluppatore italiano: prime modifiche ai codici di programmazione per consentire la comunicazione tra piattaforme.

scambiarsi messaggi tra Whatsapp, Instagram e Messenger

Facebook ha iniziato a lavorare sul sistema di comunicazione cross-social annunciato nel 2019 da Zuckerberg. Questo sistema permetterà agli utenti di Facebook Messenger, Instagram e WhatsApp di scambiarsi messaggi con i propri contatti indipendentemente dalla piattaforma, ovviamente dell’universo Facebook, utilizzata.

A scoprire la nuova funzionalità nascosta tra i codici di programmazione delle versioni beta delle tre applicazioni è stato lo sviluppatore italiano Alessandro Paluzzi. Grazie al reverse engineering è riuscito a racimolare alcune informazioni che mostrano come la società di Menlo Park stia portando avanti l’ambizioso progetto.

Nel tweet di Paluzzi si possono vedere gli screenshot della schermata delle impostazioni personali dell’account della versione beta di Instagram. Qui si può chiaramente leggere una voce che nelle attuali versioni dell’applicazione è assente: Get Messanger in Instagram.

Questa nuova funzionalità fa pensare che l’integrazione dei due sistemi di comunicazione di Facebook e Instagram sia in via di sviluppo e permetterà di comunicare mediante nuove funzionalità come la creazione di selfie stickers, la personalizzazione delle reaction e l’inoltro dei messaggi.

Il sistema di messaggistica cross-social permetterà lo scambio di chat testuali o video con la possibilità di condivisione dei post con utenti che usano Instagram o Facebook.

Paluzzi, curiosando anche tra i codici della versione beta di WhatsApp, ha scoperto che anche l’applicazione di messaggistica istantanea di Menlo Park sta lavorando a una funzionalità che concederà a un utente la possibilità di comunicare con altri contatti che utilizzano una qualsiasi applicazione di proprietà di Facebook.

Come evidenziato da WaBetainfo, Facebook sta creando delle tabelle in un database locale al fine di iniziare a gestire lo scambio di messaggi e servizi con gli utenti di WhatsApp. In questo modo la società sarà in grado di capire se l’utente a cui si vuole scrivere è bloccato su uno dei social network, se le notifiche push sono attivate e per quale social network lo sono. Potrà così iniziare a gestire tutte le informazioni relative alle chat, come il contatore dei messaggi, se la chat è archiviata o meno o la possibilità di mostrare i numeri di telefono dei contatti.

Attualmente questo database non è ancora operativo e quindi le piattaforme di messaggistica non sono in grado di comunicare tra di loro. Facebook sta ancora gettando le basi per gestire questo suo progetto che manterrà tutte le chat criptate grazie alla tecnologia end-to-end di WhatsApp. Tuttavia il progetto è in via di sviluppo e ancora non è chiaro se e quando vedrà la luce.